Villa Astronia

Chi Siamo

DSC_7341

Il Ristorante

Villa Astronia ristorante pizzeria, immerso nel verde della macchia mediterrane degli Astroni, dà il suo nome in onore alla Dea Astronia di cui ancora oggi si narra. Villa Astronia è dotato di ampie sale da cerimonie climatizzate, un terrazzo panoramico e ampio parcheggio custodito. Il ristorante vanta 200 coperti divisi in due sale, una per le cerimonie e l’ altra più rustica. Nella stagione estiva si potrà usufruire anche dei 50 coperti all’ aperto, sulla terrazza, dalla quale è possibile ammirare il Vesuvio, la montagna di Posillipo e la foresta degli Astroni. Potrete rilassarvi nel gustare le pietanze dell’alta cucina Napoletana, preparati con la scelta accurata di ogni prodotto fresco e di prima qualità. Gli amanti della Pizza invece potranno scegliere tra un’ ampia gamma di Pizze cotte a legno, come vuole la tradizione.

Ampia sala accogliente, il cui arredo è stato studiato per rendere quanto più confortevole il vostro soggiorno a Villa Astronia. La sala è climatizzata, dotata di vista panoramica, adatta sia per cerimonie che per trascorrere una piacevole giornata in compagnia di amici e parenti. Villa Astronia vi offre un’ ampia gamma di vini DOC per tutti i gusti e pietanze, adatti ai piatti tipici campani che potrete degustare nell’ambiente creato apposta per voi. A tal fine potrete trovare un’ ampia terrazza decorata con fioriere, si potrà scegliere di trascorrere romantiche serate al chiaro di luna, sotto un cielo tempestato di stelle che decora lo splendido paesaggio degli Astroni e da cui è possibile ammirare anche il Vesuvio; oppure si potrà decidere di godere della veduta panoramica di giorno, lasciandosi rilassare dalla poesia del posto.

Chef Gaetano Tortora

Nato a Napoli il 6 Gennaio 1981, Gaetano Tortora ha conseguito l’attesto di cucina presso la locale scuola alberghiera.

Gaetano Tortora vanta di esperienze lavorative nelle cucine dei grandi ristoranti della Campania.

Sin dall’età di 15 anni inizia il suo percorso affiancato da Chef con esperienze nel settore della banchettistica e della spicciolata. Ha conseguito a  vari Master che vanno dalla Pasticceria al settore degli Antipasti godendo di savuarfer nei primi piatti.

.

gaetano-tortora-chef-cappello

IMG_3442

Specialità

Con un coltello pesante, separate la testa dell’astice dalla coda. Spaccate la testa a metà nel senso della lunghezza e tagliate a tronchetti la coda. Recuperate le parti gialle e cremose all’interno della testa e tenetele da parte insieme al grappolo di uova se ve ne sono.

Tuffate i pomodori in acqua in ebollizione, passateli sotto l’acqua fredda quindi pelateli, privateli dei semi e tagliuzzateli.

Scaldate l’olio in un tegame e fatevi rosolare a fuoco vivo i pezzi di astice facendoli colorare in modo uniforme quindi tirateli su e mettete nel tegame la mezza cipolla tritata finissima insieme allo spicchio d’aglio.

Abbassate la fiamma e fate appassire dolcemente il trito per una decina di minuti. Rompete con il batticarne le chele e recuperate tutta la polpa contenuta.

Quando la cipolla comincia a prendere colore, unitevi i pomodori e il prezzemolo, mescolate e rimettete nel tegame i pezzi di astice. Insaporite con sale e peperoncino sbriciolato, sfumate con il vino e proseguite la cottura per circa un quarto d’ora.

Al termine, regolate il sale e amalgamate al sugo le parti cremose della testa e le uova. Lessate le linguine, scolatele al dente e fatele saltare per un minuto nel sugo di astice prima di servirle ben calde.